Home » In Evidenza, Sindacati, Territorio

Moratoria ristoranti, passo in avanti decisivo: Confcommercio auspica in tempi rapidi la ratifica del Consiglio comunale

Inserito il 9 agosto 2018 – 07:54

Prende la parola Confcommercio per commentare l’intesa Regione Toscana – Comune di Lucca siglata questa mattina a Firenze che andrà a bloccare per i prossimi 3 anni nuove aperture di attività di somministrazione di alimenti e bevande in centro storico.

“Senza dubbio – si legge in una nota dell’associazione – si tratta di un passo in avanti decisivo verso la definizione di una misura di fondamentale importanza per il futuro del centro storico, non solo dal punto di vista commerciale, ma anche del decoro urbano. Auspichiamo a questo punto la ratifica in tempi rapidi di questa intesa da parte del Consiglio comunale, in modo che la moratoria diventi finalmente operativa”.

“Confcommercio – prosegue la nota – assieme al sindacato Fipe e alla Commissione centro storico, si è battuta a lungo per arrivare a questo risultato, che tante volte è sembrato in dirittura d’arrivo per poi slittare all’ultimo tuffo. Non solo: la nostra associazione è impegnata sul fronte delle moratorie da anni, a tal punto da averle fatte diventare, prima in Toscana, un suo cavallo di battaglia già ai tempi in cui – all’inizio del 2016 – fu approvato il primo stop in centro storico di nuovi bar e paninoteche. Una linea, la nostra, scaturita dalla preso d’atto del fatto che la città si sia trasformata negli ultimi anni in una grande mangiatoia a cielo aperto”. “

Come abbiamo detto e ribadito più volte – termina Confcommercio -, la nostra non è mai stata una battaglia corporativa a difesa delle attività già esistenti, ma prima di tutto una lotta per preservare il decoro e la tipicità di un centro storico unico al mondo, anche consapevoli del fatto che l’offerta nel settore sia ormai nettamente superiore alla domanda”.