Home » In Evidenza, Sindacati, Territorio

Sos accattoni, Confcommercio e Commissione rilanciano l’allarme per il centro storico

Inserito il 18 marzo 2015 – 11:41

E’ un sentimento di grande preoccupazione, quello espresso da Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara e Commissione centro storico, riguardo alla condizione di disagio in cui vivono negozianti e commesse dei negozi della città, oggetto di insistenti richieste di soldi da parte di soggetti che gravitano quotidianamente in centro.

“Diversi titolari di attività – si legge in una nota congiunta – si sono rivolti alla nostra associazione, preoccupati per se stessi, ma anche per le loro dipendenti. Sempre più spesso, infatti, agli episodi di accattonaggio all’interno dei negozi si sommano le pressanti richieste di denaro alle commesse che, una volta uscite dal posto di lavoro, vengono seguite mentre tornano alle proprie auto”.

“Appare doveroso – prosegue la nota – rimarcare il grande impegno delle forze dell’ordine che, ogni qualvolta vengano chiamate in causa, intervengono sempre con la massima celerità e attenzione, anche se però un accattone che viene momentaneamente allontanato, il giorno dopo è di nuovo al suo posto”.

“Un esempio specifico – insistono Confcommercio e Commissione – arriva da un giovane che da tempo girovaga per la città, che è stato sorpreso più di una volta in possesso di trincetti e oggetti atti a offendere, tanto è vero che è già stato colpito da provvedimenti restrittivi, ma continua a stazionare in centro dove chiede denaro a negozianti e passanti. Ma gli esempi da fare sarebbero tanti”. “Visto che sta per iniziare la stagione turistica – conclude la nota – chiediamo con forza misure che garantiscano una maggiore tranquillità sia per i tanti visitatori, che per chi in città vive o lavora ogni giorno”.