Home » 50&PIU Enasco, In Evidenza

“Premio Mercurio 50 & Più Toscana”: anche sei lucchesi fra i premiati

Inserito il 31 marzo 2015 – 10:55

Nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze, domenica scorsa, ci sono stati anche sei premiati provenienti dalla provincia di Lucca, fra i cinquantaquattro di tutta la Toscana che hanno ricevuto il premio “Mercurio, 50 & Più Toscana 2015” l’onorificenza di carattere regionale assegnata dall’associazione 50 & Più e da Confcommercio Toscana a chi ha dedicato l’intera vita al commercio, al turismo e ai servizi. I nomi dei lucchesi premiati sono i seguenti:

  • Alma Galanti,
  • Paolo Lazzareschi,
  • Nilo Lenci,
  • Dante Pieroni,
  • Giancarlo Marracci,
  • Rosa Anna Del Dotto.

Ma lucchese è anche Antonio Fanucchi, presidente provinciale e regionale della 50 & Più.

“Mercurio – ha detto Fanucchi – nella mitologia greca e latina è il dio della comunicazione e dello scambio di merci. Fare impresa nei nostri settori può dare molte soddisfazioni, ma richiede grandi sacrifici e grande coraggio, ed è questo che oggi noi ci troviamo a premiare. I premiati sono quegli operatori soci di 50 & Più che vantano 25 anni, 40 o persino 50 anni di attività e di attività commerciale o turistica o dei servizi e che hanno già ricevuto l’onorificenza di Maestro del Commercio a livello provinciale. Sono donne e uomini che hanno investito e rischiato in prima persona, che hanno resistito nelle avversità, che hanno contribuito al benessere e allo sviluppo dei nostri territori”.

Negozianti tradizionali, macellai, alimentaristi, dettaglianti di abbigliamento, gestori di hotel, imprenditori dei servizi di tutte le province toscane hanno ricevuto il premio alla presenza dei vertici nazionali 50 & Più, della dirigenza regionale e nazionale Confcommercio e delle autorità regionali e cittadine. A loro, oltre che il prestigioso premio ricevuto, sono andati gli applausi della platea e i ringraziamenti dei relatori. A fare gli onori di casa, l’assessore del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, seguito dagli interventi – oltre naturalmente a quello di Fanucchi – di Renato Borghi, presidente nazionale 50 & Più e del segretario generale dell’associazione stessa Gabriele Sampaolo: da rimarcare la loro presenza in contemporanea alla cerimonia fiorentina, chiaro segnale della grande importanza che il Sistema nazionale della 50 & Più ha riservato al premio. Con loro anche Franco Marinoni, direttore generale di Confcommercio Toscana; Enrico Rossi, governatore della Regione Toscana, e di Anna Lapini, presidente regionale di Confcommercio.

Ecco le motivazioni per i premiati lucchesi.

GALANTI ALMA

Tutto ha inizio nel 1952, quando, ad appena dodici anni, comincia a lavorare in negozio con il padre nel settore intimo e merceria. Nel 1963 (foto) apre il primo negozio rilevato dal padre, con merceria, intimo, confezione e maglieria. Poi negli anni si è ingrandita e dal piccolo negozietto ha aperto altri tre negozi attigui. L’ultimo rinnovo risale al 1989 (foto), quando è entrata ad aiutarla la nipote, fino ad allora sempre gestito tutto da sola. Adesso è ancora dietro al banco (foto) a seguire tutto personalmente, dai campionari all’amministrazione e a tutto ciò che ruota intorno al mondo commercio…. Questa è la vita di Alma.

LAZZARESCHI PAOLO

Dopo aver frequentato la scuola alberghiera di Montecatini Terme, nei secondi anni ‘50, ha fatto esperienze di lavoro in grandi alberghi all’estero per perfezionare le lingue, in Svizzera, Germania, Francia ed Inghilterra. Quindi nel 1966 assieme ai suoi fratelli Piero e Francesco hanno trasformato la piccola attività del negozio di alimentari e trattoria, nell’attuale Ristorante La Nina (diminutivo di nonna Concetina, la Nina). Questa storia accomuna quasi tutte le vecchie e conosciute attività di ristorazione della Lucchesia. Tutt’oggi Paolo conduce l’attività del rinomato locale, oltre ad una produzione di vini creata ne 1979, e dal 1990 ha arricchito il suo ristorante, con una struttura ricettiva punto di riferimento per il Turismo nel comune di Montecarlo.

LENCI NILO

Il nome dei Lenci diventò sinonimo di calzature a Lucca nel 1912 ad opera del suo fondatore Giuseppe, nel 1918, alla fine della prima guerra mondiale prese le redini il figlio Grisostomo, al quale benché giovane, succedette Nilo, che dei suoi figli apparve subito il più propenso all’attività commerciale. Nilo oltre al lavoro è stato anche grande sportivo nel pugilato, conquistando il titolo Italiano dei Pesi Gallo. Nel 1944 fece parte del gruppo dei fondatori della Confcommercio Lucchese, ricevendo per questo un riconoscimento ufficiale nel 1990, inoltre è stato anche importante rappresentante a livello nazionale della Federcalzature, sempre di Confcommercio. Non contento, oggi all’età di 88 anni, conduce ancora il suo lavoro ed è un grande maestro per i suoi nipoti.

MARRACCI GIANCARLO

Alla gestione degli alberghi è legata gran parte della famiglia Marracci , ed in particolare quella di Giancarlo. E’ all’Abetone che Giovanni padre di Giancarlo, inizia nel 1936, ma con la guerra si deve spostare in Versilia dove apre un nuovo albergo, la pensione Tirreno a Lido di Camaiore nel 1944. Proprio lì Giancarlo quasi bambino inizia la sua carriera di albergatore, ma con il cuore riprese l’amore della sua famigli per l’Abetone. Albergatore di razza, imprenditore generoso e caparbio, venditore di entusiasmo e sportivo vincente, ha saputo dare ai suoi clienti un fascino immediato, questi sono i commenti di quanti l’hanno conosciuto. Apprezzato sia all’Abetone che in Versilia, per l’amore imprenditoriale che ha sempre dato a queste località.

DEL DOTTO ROSA ANNA

La pasticceria Del Dotto nasce a Camaiore nel 1936 fondata da Roberto, l’anno successivo nasce Rosa Anna che già in tenera età comincia ad aiutare alla cassa alla bilancia e al bancone, a tutt’oggi è ancora conduttrice dell’attività. In quasi 80 anni di storia non ha mai smesso di spronare i familiari e collaboratori per lo sviluppo costante di quella che è stata la sua ragione di vita e la gemella cresciuta con Lei, la Pasticceria Del Dotto, conosciutissima e rinomata in tutta la Versilia ed oltre. In tutti questi anni non ha mai fatto mancare il suo riferimento, ed è stata opportunità di lavoro per i familiari ed i suoi collaboratori, nel tempo ha sempre saputo quando era il momento di ristrutturare il locale, e quando era il momento di aggiornarsi alle esigenze della clientela.

PIERONI DANTE

La grande passione per il collezionismo di Dante Pieroni, ha fatto sì che questa diventasse un punto di riferimento per i Lucchesi nel 1976, uno dei primi negozi di questo genere in Italia, e il nome della sua attività non poteva essere che “IL COLLEZIONISTA”. Il suo negozio annovera un’esposizione di fumetti, libri, filatelia e numismatica, DVD, gadget ed altro ancora. I suoi locali sono un punto d’incontro per tutti gli amanti lucchesi e non, del fenomeno Comics, tanto è vero che durante il grande evento internazionale annuale di “Lucca Comics and Games” diventa un fiore all’occhiello per la città. Nel corso degli anni figura importante anche della Confcommercio lucchese.