Home » In Evidenza, Territorio

Dal 6 all’8 dicembre Castelnuovo Garfagnana diventa la “Città della castagna”, ad aprire un mese di eventi natalizi

Inserito il 30 novembre 2014 – 10:04

La nuova farina di neccio Dop della Garfagnana è pronta per essere venduta sul mercato a partire dall’1 dicembre. Come tradizione, per celebrare l’arrivo della nuova farina, a Castelnuovo si svolge la manifestazione “Città della Castagna” dal 6 all’8 dicembre.

Quest’anno, all’interno dell’evento, si inserisce l’iniziativa di Vetrina Toscana diretta ai ristoratori del territorio che proporranno, da giovedì 4 dicembre fino all’Immacolata menù a tema, naturalmente con la castagna protagonista.

Hanno aderito all’iniziativa, promossa da Confcommercio Imprese per l’Italia – Province Lucca e Massa Carrara e Confesercenti Toscana Nord, diversi ristoranti di Castelnuovo:

  • il ristorante Il Ciulè di via Pascoli,
  • il ristorante Il Baretto di via Farini,
  • il ristorante pizzeria La Rocca di via Puccini,
  • la Locanda L’Aquila d’Oro di vicolo al Serchio,
  • la Trattoria Marchetti nel Loggiato Porta,
  • l’Osteria Vecchio Mulino di via Vittorio Emanuele,
  • il ristorante Da Carlino di via Garibaldi,
  •  il ristorante Il Pozzo situato a Pieve Fosciana.

Menù e costi saranno pubblicati su questo sito nei prossimi giorni.

Oltre a quello, giorni ricchi di eventi per dare il via al periodo natalizio. Castelnuovo si prepara ad nuovo periodo di manifestazioni che ravviveranno il capoluogo fino a Capodanno. Il primo week-end di dicembre, con il prologo dell’Immacolata, è come da tradizione dedicato – come detto – alla castagna ed in particolare alla farina di neccio Dop. “Castelnuovo, città della castagna” e gli eventi di Natale saranno gli ingredienti della tre giorni promossa dal comune di Castelnuovo assieme all’Unione dei Comuni della Garfagnana e con parte delle iniziative organizzate dall’associazione Compriamo a Castelnuovo. Gli stand espositivi dedicati all’antiquariato, al mercato contadino e dell’artigianato e a quello rinascimentale curato dalla Compagnia dell’Ariosto, apriranno sabato mattina alle 9,30. Dalle 12 il via anche agli stand gastronomici con necci, frittelle, castagnaccio, bombonecci, mondine e vin brulè a cura delle associazioni di volontariato. Il pomeriggio sarà natalizio con l’inaugurazione della casa di Babbo Natale in Rocca Ariostesca, realizzata dall’associazione Compriamo a Castelnuovo e dalla Compagnia dell’Ariosto, l’accensione dell’illuminazione installata dalla Dms Service e la prima edizione della Motofiaccolata che dalle 18 muoverà verso Gallicano. Domenica è atteso un treno speciale da Viareggio che sarà accolto dalla filarmonica Verdi diretta dal maestro Stefano Pennacchi, oltre agli stand ci sarà anche un’edizione del mercato straordinario e dalle 12 gli Autieri della Garfagnana proporranno la polenta di neccio e bombonecci in piazza Umberto e nel Loggiato Porta si preparerà la Mandolata. Nella casa di Babbo Natale, dalle 16, spazio alla beneficenza con la possibilità di scattare foto assieme al padrone di casa ed ai suoi elfi con il ricavato in beneficenza all’associazione ComeTe. Lunedì la chiusura dei tre giorni della castagna con la riproposizione degli stand e gli eventi per bambini promossi dall’associazione commercianti: alle 16 la Baby Dance e a seguire la Tombolina con in palio tanti giochi. Già da giovedì, e fino a lunedì, i ristoranti di Castelnuovo presenteranno un menù a tema castagna all’interno dell’iniziativa Vetrina Toscana curata da Confcommercio Lucca e Confesercenti.

[gview file="http://www.confcommercio.lu.it/ascom/wp-content/uploads/2014/11/Festa-della-castagna.pdf"]