Home » In Evidenza, Sindacati, Territorio

Lucca Comics & Games 2014, l’analisi di Confcommercio: “Un trionfo, ma da rivedere il regolamento dei temporary alimentari”

Inserito il 4 novembre 2014 – 10:10

Calato il sipario sull’edizione del “record dei record” di Lucca Comics & Games, Confcommercio intende esprimere alcune considerazioni sulla “quattro giorni” della kermesse.

“Confcommercio – si legge in una nota dell’associazione – porta da sempre avanti con entusiasta convinzione una politica di promozione, valorizzazione e crescita di una manifestazione che ormai è diventata una delle più importanti del mondo per i settori del fumetto e del gioco di ruolo, garantendo una visibilità unica alla città. I numeri stratosferici raggiunti quest’anno, soprattutto nella giornata di sabato, ne sono una conferma inequivocabile. Anche all’interno della nostra confederazione, parliamo della Confcommercio regionale e di quella nazionale, Lucca Comics & Games è una manifestazione che suscita interesse, apprezzamento e ammirazione”.

“Siamo pertanto grati agli organizzatori e all’amministrazione comunale – prosegue la nota – per questi risultati straordinari, sottolineando come sia stata premiata anche quella politica di spalmare gli stand all’interno dell’intero centro storico, per la quale Confcommercio e la sua Commissione si sono impegnati molto”.

“Nel compiere una prima analisi a caldo di quanto visto in questi giorni – insiste l’associazione di Palazzo Sani – ci pare doveroso però chiedere da subito, sia all’organizzazione che all’amministrazione comunale, un confronto immediato sulle strategie riguardanti la vendita alimentare nei giorni della manifestazione. E’ nostro dovere tutelare tutte quelle attività che nel centro storico lavorano per tutto l’anno, ricevendone onori ma subendone anche oneri sotto forma di tasse, controlli e quanto altro”.

“I temporary store alimentari – termina Confcommercio – sono stati, sì, legalizzati, ma ciò non significa che non si debba lavorare per impedirne una concentrazione fuori controllo in certe zone. Il primo obiettivo per il prossimo anno, sin da ora, deve essere quello di regolamentare a dovere questo tipo di attività, anche per la salvaguardia della qualità e della tipicità dell’offerta gastronomica della città, per la quale i nostri operatori si adoperano per tutto l’anno, sicuri del fatto che anche nel 2015 Lucca Comics & Games rappresenterà una risorsa fondamentale per il commercio e il turismo del territorio”.