Home » In Evidenza, Territorio

Aperture serali esive, il bilancio conclusivo della presidente del Ccn Barsotti

Inserito il 1 settembre 2014 – 10:23

Con la conclusione del mese di agosto, tempo di bilanci da parte della presidente del Centro commerciale Città di Lucca di Confcommercio Simona Barsotti per quello che riguarda l’iniziativa delle aperture serali estive dei negozi in centro storico, sviluppata quest’anno su quindici serate comprese fra giovedì 3 luglio e giovedì 14 agosto.

“Inutile ricordare – dice Barsotti – come quella che si avvia alla conclusione sia stata una estate segnata pesantemente dal maltempo, soprattutto a luglio. E si tratta di un elemento di cui non si può non tener conto per una iniziativa come la nostra, basata sul desiderio della gente di farsi due passi di sera all’aria aperta in città”.

“Nonostante questo – prosegue Barsotti – la risposta del pubblico è stata molto positiva: nelle serate di bel tempo, il centro storico è stato invaso da migliaia di persone, segno che l’iniziativa è ormai molto radicata e apprezzata. Alcuni commercianti hanno criticato la tripla apertura del martedì abbinato al giovedì e al venerdì, e a tale proposito preme chiarire un paio di cose. Intanto, va detto che le aperture del martedì sono state soltanto due. E sono state pensate a carattere puramente sperimentale per verificare la possibilità, per il futuro, di sostituirle al venerdì”.

“Diversi negozianti – insiste la presidente del Ccn -, infatti, ci avevano manifestato perplessità nei mesi scorsi per l’accoppiata giovedì – venerdì, giudicata troppo ravvicinata. Da qua, dunque, è nata l’idea di provare – lo ripeto, a carattere sperimentale – la risposta del pubblico in una serata come quella del martedì. L’idea per il futuro rimane quella di basare le aperture estive su due appuntamenti settimanali, non su tre. Resta solo da capire se abbinare la serata del giovedì, ultra consolidata, a quella del martedì o del venerdì”.

“In ogni caso – termina Barsotti – fra poche settimane convocheremo una riunione del Ccn, aperta a tutti i commercianti del centro storico compresi coloro che non fanno parte del Ccn stesso, così da ascoltare le loro impressioni e discutere sin da ora di eventuali modifiche da apportare per il prossimo anno”.