Home » News Generali, Servizi alle Imprese, Sindacati

Costo del diritto d’autore, la Siae accoglie la richiesta di riduzione presentata da Fipe Italia

Inserito il 27 agosto 2014 – 08:40

Il presidente nazionale di Fipe (la federazione italiana dei pubblici esercizi del sistema Confcommercio), a fronte del grave momento di crisi che attraversa il Paese e alla conseguente caduta dei consumi, aveva richiesto con nota dello scorso 1 aprile al presidente della Siae Gino Paoli un intervento per ridurre “Il costo del diritto d’autore per i pubblici esercizi e in particolare delle tariffe dei concertini (accordo trattenimenti musicali) il cui importo costituisce un disincentivo all’utilizzo della musica”.

Con successiva nota dello scorso 5 agosto, la Siae ha comunicato quindi di aver accolto la richiesta di Fipe Italia – analoga ad altre presentate da associazioni di musicisti -, sopprimendo le maggiorazioni previste ai compensi minimi per le esecuzioni effettuate con l’impiego di più di tre artisti (cantanti e/o musicisti).

La riduzione in parola si applica a tutti i permessi sottoscritti successivamente al 9 luglio 2014.

“Questa riduzione – commenta il direttore generale di Fipe Italia Marcello Fiore – deve essere percepita come un primo segnale di attenzione della Siae alle problematiche del settore della somministrazione e dell’intrattenimento, e come una prima risposta alle richieste di miglioramento delle condizioni contrattuali che la apposita commissione federale persegue da tempo”.

Per ulteriori informazioni sull’argomento, è possibile rivolgersi agli uffici di Confcommercio Lucca o Confcommercio Viareggio (referente Marco Cipollini – cipollinimarco@confcommercio.lu.it).