Home » News Generali, Sindacati

Pos “obbligatorio”, convenzioni per i commercianti

Inserito il 7 luglio 2014 – 07:06

Dal 30 giugno è entrato in vigore l’obbligo per professionisti ed imprese di dotarsi del pos per consentire ai clienti privati di pagare con bancomat e carte di credito spese di importo superiore a 30 euro.

Se la finalità di fondo può essere condivisibile, ovvero promuovere l’uso della moneta elettronica in Italia per rendere la vita più facile a tutti, equiparando finalmente il nostro Paese ai livelli di efficienza che le contrattazioni commerciali hanno all’estero, la realtà è ben diversa. Infatti il peso di questa innovazione graverà interamente su famiglie ed imprenditori: oltre ai problemi legati alla connessione internet, gli operatori dovranno aggiungere ai tanti costi fissi che già gravano sulle loro tasche quelli per mantenersi il pos e i costi di esercizio della carta di credito. Si omette di dire infatti che in Italia sono enormemente superiori a quelli degli altri Paesi europei (per non parlare degli Stati Uniti) perché nessuno ha ancora obbligato per legge le banche a diminuire i costi relativi alle transazioni elettroniche, commissioni sul transato comprese.

L’invito di Confcommercio agli operatori è comunque di non farsi prendere dal panico: le sanzioni per la mancata ottemperanza a tale obbligo scatteranno solo nel 2015 pertanto le imprese hanno tutto il tempo per valutare le soluzioni a loro più congeniali. Confcommercio infatti sta lavorando con vari istituti bancari per promuovere convenzioni ad hoc, basate anche sulla tipologia di attività, considerando che le possibilità di utilizzo tra le varie categorie possono essere molto diverse.

Sono comunque già attive alcune convenzioni a condizioni estremamente vantaggiose, per rendere assai meno gravoso questo l’obbligo per gli imprenditori. Particolarmente rilevante, soprattutto per le attività con bassa frequenza di utilizzo del Pos e per importi limitati, è la convenzione SumUp che – oltre ad avere alte soglie di transato gratuito – permette di abbandonare il tradizionale bancomat a favore di un lettore carte connesso a smartphone o tablet.

Per tutte le informazioni è possibile rivolgersi agli uffici di Confcommercio Viareggio Versilia, in via Reapci 18 a Viareggio (telefono 0584/618654).