Home » In Evidenza, Territorio

Arriva “Lucca Smile City”, nuovo portale sull’offerta turistica a 360 gradi della città

Inserito il 27 maggio 2014 – 13:21
Parliamo di: ,

Conferenza stampa a Palazzo Sani, questa mattina, per la presentazione del progetto di promozione turistica “Lucca Smile City”, realizzato da Confcommercio in accordo con l’aeroporto di Pisa attraverso la creazione di una nuova piattaforma telematica per offrire agli utenti di internet, potenziali visitatori della città, tutte le informazioni riguardo alle attività legate a Giacomo Puccini, ai musei, alla cultura contemporanea, all’accoglienza, alle chiese, alle ville, all’olio e al vino, e all’ambito sport – relax. Nove contenitori distinti, capaci di presentare un’offerta a 360 gradi, uniti ad altre tre sezioni dai titoli “Cosa c’è a Lucca”, “Cosa ci sarà” e “Come arrivare”.

All’incontro odierno erano presenti il presidente e il direttore di Confcommercio, Ademaro Cordoni e Rodolfo Pasquini, il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini assieme all’assessore Giovanni Lemucchi, l’assessore provinciale Francesco Bambini, il project manager di “Lucca Smile City” Maurizio Vanni, il presidente della Camera di Commercio Claudio Guerrieri, rappresentanti delle fondazioni Cassa di Risparmio e Banca Del Monte di Lucca, della Cassa di Risparmio di Pistoia e della Lucchesia, dell’associazione Lucchesi nel Mondo e di associazioni di promozione delle tipicità enogastronomiche locali.

“Quando abbiamo presentato il nostro progetto al direttore generale dell’aeroporto di Pisa Gina Giani – ha detto il direttore di Confcommercio Rodolfo Pasquini – lo ha accolto con entusiasmo e presto, agli inizi di giugno, verrà presentato anche al Galilei con una nuova, apposita conferenza stampa. Il nostro impegno per il turismo era e resta massimo, giudicandolo una risorsa imprescindibile per il presente e il futuro dell’economia, e ciò si traduce in collaborazione con le istituzioni e iniziative proprie”.

“Non è nostra intenzione – ha aggiunto il presidente di Confcommercio Ademaro Cordoni – sostituirci agli enti preposti, che anzi ringraziamo, ma crediamo al tempo stesso che sia giusto fornire risposte ai tanti addetti ai lavori che ci chiedono risposte concrete in un settore come quello del turismo che necessita costantemente di innovazione”.

Maurizio Vanni, come detto project manager di “Lucca Smile City”, ne ha illustrato i dettagli: “La parola Smile – ha spiegato Vanni – è stata scelta per indicare un luogo agile, di facile fruizione. La richiesta turistica oggi è cambiata , serve maggiore competitività. Dobbiamo attirare le persone, perché l’accoglienza da sola non basta più. Bisogna invogliare la gente a venire a Lucca: da qua la necessità di una comunicazione agile e capace di spaziare su tutti i fronti, da Puccini ai monumenti, dalle eccellenze enogastronomiche allo sport e al tempo libero. Il turista chiede un’offerta completa e con questo portale speriamo di dargli risposte esaurienti”.

Plauso convinto da parte dell’assessore provinciale Francesco Bambini: “Giusto – ha detto – un ruolo propulsivo da parte delle associazioni di categoria e di quelli operatori che del settore turismo sono il motore e il cuore pulsante. Ben vengano progetti come questi ai quali va tutto il nostro appoggio”.

“Guardo con positività – ha detto il sindaco Tambellini – alla collaborazione tra pubblico e privato perché si muove in un’ottica di sussidiarietà di cui il settore ha bisogno. Dovremmo privilegiare un tipo di turismo che veda nella nostra città un luogo residenziale, in cui fermarsi più giorni: per questo è necessaria una programmazione lungimirante e di qualità tra i vari attori. Questo e’ il modello che mi auspico di veder concretizzato per mettere a sistema le peculiarità del territorio, così da far diventare Lucca un punto di riferimento”.