Home » In Evidenza, Sindacati, Territorio

Progetti del Piuss e lavori sospesi: l’analisi di Confcommercio e Commissione centro storico

Inserito il 6 marzo 2014 – 09:31

A seguito della decisione dell’amministrazione comunale di sospendere i lavori del Piuss in piazzale Verdi, Confcommercio e la sua Commissione centro storico colgono l’occasione per esprimere alcune considerazioni al riguardo.

“Visto che l’ipotesi di annullamento dell’attuale progetto per piazzale Verdi, da quanto si legge sulla stampa, si fa sempre più concreto – si legge in una nota congiunta – non c’è dubbio che occorra trovare una soluzione immediata per sistemare l’area e renderla di nuovo accogliente: trovandoci ormai alle porte della nuova stagione turistica, non possiamo pensare che l’immagine di ingresso alla città da una delle sue porte principali sia quella attuale. Sotto questo punto di vista, la sospensione dei lavori non può e non deve diventare un abbandono a tempo indeterminato di piazzale Verdi al degrado. Non si può pensare di lasciare un cantiere aperto come quello che si para oggi davanti agli occhi di tutti, in quanto offre un’immagine davvero brutta e poco accogliente subito all’ingresso della città”.

“Detto questo – proseguono Confcommercio e Commissione – sempre in tema di Piuss, gradiremmo capire anche che cosa l’amministrazione comunale intenda fare in merito al progetto di risistemazione dei parcheggi Carducci e Palatucci, oltre che di piazzale Boccherini. Argomenti, questi, sui quali la Commissione ha protocollato richieste di chiarimento appena una settimana fa. E’ evidente, però, che di fronte a una prospettiva di annullamento dei lavori, lo scenario andrebbe rivisto completamente”.

“Ribadiamo inoltre – insiste la nota – la necessità di realizzare al più presto un nuovo parcheggio da mille posti auto all’interno della ex Manifattura, da molto tempo richiesto da parte nostra”. “Non c’è dubbio – chiudono Confcommercio e Commissione – che si tratti dell’ultima grande opportunità per dotare l’intera città di una struttura di accoglienza adeguata per tutti coloro che intendono recarsi in centro storico, capace finalmente di andare a rimpiazzare, per ampiezza, il ruolo ricoperto anni fa da piazza Napoleone”.