Home » In Evidenza, Territorio

Shopping natalizio – parte prima: il bilancio dei commercianti in Valle del Serchio

Inserito il 2 gennaio 2014 – 11:42

Risultati soddisfacenti con volumi d’affari rimasti invariati rispetto al 2012. Il Natale 2013 a Castelnuovo porta con sé un bilancio abbastanza positivo anche se il raffronto è con il primo anno in cui la crisi ha portato ad un deciso calo dei consumi, il 2012 appunto. Nonostante questo, la buona notizia sembra essere che non ci sono state ulteriori flessioni e gli acquisti natalizi hanno retto il colpo.

Questo emerge da un indagine di Confcommercio Lucca, sezione Valle del Serchio, presso alcune attività socie a Castelnuovo, capoluogo della Garfagnana, nei vari settori merceologici. E da sabato scattano i saldi con previsioni che fanno ben sperare.

«E’ stato un Natale sui livelli di quello passato – dicono i responsabili del negozio Tortelli Calzature, rappresentanti del sindacato calzature di Confcommercio – il livello di vendite è rimasto pressoché invariato e adesso speriamo di proseguire questo trend anche con i saldi. Abbiamo dovuto aspettare i giorni a ridosso a Natale, in particolare gli ultimi 10, per vedere un buon risultato, ma alla fine siamo soddisfatti».

Nel settore abbigliamento, parla una voce storica del commercio garfagnino come Mario Moscardini, 50 anni di attività, e da poco un “raddoppio” dei suoi negozi a Castelnuovo: «Il vero calo lo abbiamo sentito tra 2011 e 2012 – sottolinea l’esperto Moscardini – quest’anno i numeri natalizi sono stati buoni, ma solo se confrontati con la passata stagione. Per i saldi ho meno fiducia, credo che in molti abbiano speso per Natale e non lo facciano adesso, ma aspettiamo perché non è facile intuire l’andamento in questi periodi così difficili».

Ad Intimissimi, negozio di intimo gestito dalla società Corso Garibaldi Snc, c’è grande attesa, invece, per il periodo dei saldi dopo un Natale più che buono: «Siamo tornati sui livelli del 2011 – spiega la titolare Michela Palandri – siamo andati oltre le nostre aspettative e sicuramente abbiamo raggiunto un risultato migliore del 2012. I saldi? Crediamo e speriamo di raggiungere un buon livello di vendite perché se è vero che fino ad ora si sono registrate le spese per i regali, adesso in molti cercheranno le occasioni per se stessi e per la propria famiglia».

A tracciare il bilancio conclusivo è Fosco Bertoli, vice presidente di Confcommercio, ed anche titolare della cartolibreria Magnani dove si vendono anche giocattoli e c’è quindi un “polso” chiaro dell’andamento natalizio: «C’è maggiore attenzione ai costi ed alla qualità dei prodotti – dice Bertoli – tutti gli acquisti sono ben pensati ed in molti casi i clienti sono tornati in negozio dopo una prima visita. In generale credo che Castelnuovo sia uscita bene dal periodo natalizio, ma forse abbiamo perso qualcosa a livello di turisti stranieri visto che la maggior parte degli avventori proviene da Lucca e dintorni».