Home » In Evidenza, Territorio

Grazie ad “Andare Oltre si può” i bambini e i ragazzi diventano protagonisti

Inserito il 10 dicembre 2013 – 13:27

In occasione delle feste natalizie domani sera (11 dicembre) in Piazza Anfiteatro, il team di Andare oltre si può insieme alle famiglie dell’Associazione Down Lucca, inaugurerà l’installazione E’ Natale ideata dal designer Domenico Raimondi e realizzata grazie alla collaborazione e al contributo di sponsor d’eccezione come Banca Carismi e D’Alessandro e Galli Presents Città di Lucca oltre che Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, IN-Lucca Centro Commerciale Naturale, Amandla Production, l’Associazione Club Boheme, L’Impresa, Allestend e il Vivaio Favilla.

Per un mese la piazza più famosa di Lucca diventa un grande palcoscenico dove i protagonisti sono i bambini e i ragazzi dell’Associazione Down Lucca. L’installazione, ideata con l’obiettivo di creare una vera e propria esperienza emozionale, consolida il legame che si è creato tra il team di Andare oltre si può e la città di Lucca.

Il progetto artistico e di solidarietà, che culminerà con la mostra d’arte in Palazzo Ducale dal 21 dicembre al 6 gennaio, in questa occasione viene rappresentato attraverso i volti di bambini e ragazzi proiettati sulle pareti di un grande scrigno luminoso posizionato al centro di un Anfiteatro illuminato a festa.

L’impatto visivo sarà davvero emozionante. Gli sguardi e i sorrisi, fotografati da Beatrice Speranza, in grande scala, tolgono il fiato a chi entra nella storica piazza. Le pareti, alte 5 metri, sono realizzate in trepolina, un particolare tendaggio utilizzato in scenografia, che permette al visitatore di attraversare la proiezione stessa diventando parte attiva dell’installazione.

“L’invito è chiaro – dice Domenico Raimondi – Avvicinarsi all’installazione, andare incontro a questi volti, quasi un abbraccio fisico, e attraversarli eliminando ogni distanza. Un gesto vero, concreto, da fare con il proprio corpo. Un invito rivolto a tutti: fare un passo in avanti e andare oltre, abbandonando le differenze, i preconcetti, gli stereotipi”

“Quando Domenico mi ha raccontato la sua idea mi è venuta la pelle d’oca. – afferma Samuele Cosentino – Io ho avuto l’occasione di trovarmi a superare, per un caso fortuito, quel muro che nell’istallazione ideata dallo studio thesignLab è rappresentato dalle tende. Ho scoperto dentro al mio amico Iacopo un giardino meraviglioso e lui mi ha portato a scoprire, portandomi quasi per mano, tutto un mondo pieno di giardini fioriti ai quali però non tutti si avvicinano. L’idea di Domenico l’ho trovata da subito fantastica: racconta la mia incredibile storia d’amicizia con Iacopo”

Grande soddisfazione anche da parte di Federico Lanza: “In una delle più belle piazze di Italia un’iniziativa non solo lodevole per la forte valenza sociale del messaggio lanciato, ma anche e soprattutto una grande idea e realizzazione sotto il profilo comunicativo. Riuscitissimo l’effetto “andare oltre” attraverso una barriera facilmente superabile dietro alla quale si apre un mondo inaspettato. Veramente una bella installazione che fa riflettere.”

In tanti stanno rispondendo all’invito lanciato attraverso la pagina facebook: famiglie dell’associazione, artisti, rappresentanti delle istituzioni, amici e cittadini si sono dati appuntamento in piazza alle 18 di domani sera incuriositi dal progetto (tenuto nascosto fino alla fine). “La sorpresa e l’emozione travolgerà l’intera piazza”.

L’appuntamento in Piazza Anfiteatro, segue la presentazione del cd Andare oltre si può 2013 e lancia la volata alla mostra collettiva in Palazzo Ducale che culminerà il 5 gennaio con l’asta benefica a favore dell’Associazione Down Lucca.