Home » In Evidenza, News Generali

Assemblea annuale dei soci Confcommercio, la relazione del Presidente provinciale Cordoni: aumenta il numero degli iscritti

Inserito il 26 giugno 2013 – 09:54

Tradizionale e attesa assemblea annuale dei soci di Confcommercio Imprese per l’Italia – Provincia di Lucca, martedì 25 giugno a Palazzo Sani. Nel corso della serata è stato portato in approvazione il bilancio consuntivo dell’anno 2012, mentre il presidente Ademaro Cordoni ha letto la sua classica relazione su quanto fatto negli ultimi dodici mesi e sugli obiettivi per il futuro. Ecco alcuni ampi stralci del documento.

“Ci troviamo ad aprire questa serata, sempre così importante per la nostra Associazione, in maniera diversa dal solito, con un doveroso pensiero alle popolazioni terremotate della Garfagnana e della vicina Lunigiana. Le vicende di questi ultimi giorni hanno turbato profondamente tutti noi, ragion per cui a nome dell’intera struttura di Confcommercio rivolgo un sentito, caloroso abbraccio di cuore, non solo a tutti i commercianti di queste due aree, ma a tutti gli abitanti….”.

“Lo stato d’animo con cui mi presento a questa serata è contrapposto: poche settimane fa, l’Assemblea nazionale di “Confcommercio Imprese per l’Italia” ha sancito come la nostra sia una delle poche realtà in tutto il Paese ad aver registrato, nel corso del 2012, un segno positivo in termini di nuovi associati. Un più 3 per cento, contro una media nazionale che si attesta sul meno 4 per cento. Risultato, questo, che vede premiato il gran lavoro svolta dalla nostra struttura, che ringrazio….”.

“Conferma del nostro impegno è l’apertura ormai prossima della nuova sede unica di Confcommercio Versilia, che aprirà i battenti a Viareggio, in via Repaci. Sarà un evento eccezionale, uno spartiacque storico per la nostra Associazione, con la nascita di una sede moderna e funzionale, pensata e voluta sul modello di Confcommercio Lucca e capace di ospitare al suo interno la vasta gamma di servizi sindacali, creditizi, di elaborazione dati e buste paga, di formazione e burocratici, che da tanti anni sono presenti e offerti qua a Palazzo Sani…”.

“Di contro, c’è una crisi economica generale devastante, come confermato dai recenti dati diffusi da Unioncamere: Confcommercio non se ne sta con le mani in mano ad attendere il corso degli eventi. Riprove di ciò sono i continui confronti con le varie amministrazioni comunali del territorio su temi sindacali o promozionali, gli incontri istituzionali coi sindaci, le richieste di slittamento delle tasse o, alle banche, di una maggiore elasticità nella concessione del credito…”.

“Per il turismo, la prima parte del 2013 non si è rivelata all’altezza dei livelli raggiunti negli ultimi anni. Colpa del maltempo, certo, ma non solo. La cosa positiva da rimarcare, però, è che è giunto un accordo fra l’amministrazione comunale di Lucca, la Provincia e la Camera di Commercio per dar vita alla realizzazione di un organismo che si occupi esclusivamente di promozione, al posto delle ormai scomparse Apt, per il quale ringraziamo sentitamente tutti coloro che lo hanno reso possibile, a partire dal Presidente della Camera di Commercio Claudio Guerrieri. Uno strumento importantissimo, questo, che verrà guidato da un Consiglio di indirizzo di cui faranno parte gli attori principali del settore – turismo e di cui Confcommercio Lucca sarà senz’altro protagonista attiva. Da sottolineare poi come Confcommercio si sia adoperata per mantenere un contatto di fondamentale e strategica importanza con l’aeroporto di Pisa, vero punto di contatto fra la città di Lucca e il mondo intero…”.

“Per la difesa e lo sviluppo del territorio, nell’ultimo anno Confcommercio è scesa in campo chiedendo il mantenimento di Lucca capoluogo e su questa strada intendiamo continuare a dare battaglia, qualora la questione dovesse esser riproposta anche in futuro, in assenza di una riforma chiara. L’associazione si è poi schierata in favore della realizzazione degli assi viari, convinta della necessità di dotare il nostro territorio di infrastrutture al passo coi tempi. E ancora: Confcommercio è intervenuta in Consiglio comunale a Lucca per chiedere la salvaguardia dell’ospedale Campo di Marte, in via di dismissione di pari passo con l’apertura del nuovo ospedale di San Filippo, dall’assalto della grande distribuzione che, se posizionata a due passi dalla città, le assesterebbe un colpo mortale dal punto di vista del commercio e dell’occupazione. Fra gli impegni per il futuro prossimo, invece, c’è la partecipazione ad una iniziativa organizzata dalla Confcommercio a livello nazionale che prevede una giornata di mobilitazione a difesa di turismo e commercio, contro i fenomeni della contraffazione e dell’abusivismo, con particolare riferimento all’usurpazione dei marchi, alle falsificazioni e imitazioni, alla pirateria, ma anche alla vendita al di fuori di spazi e regole prestabilite, web compreso, fino ad arrivare all’esercizio abusivo di professioni regolamentate e autorizzate o all’aggiramento delle norme…”.

“In tema di territorio, oltre a mettere in risalto il gran lavoro promozionale svolto dai Centri commerciali naturali, giusto rimarcare anche il lavoro della Commissione Centro Storico, sempre in prima fila nel confronto con l’amministrazione comunale di Lucca in tema di viabilità, Ztl e parcheggi, a partire dalla futura destinazione della ex Manifattura, che Confcommercio giudica l’ultima grande opportunità per proiettare la nostra città ai livelli delle altre realtà europee…”.

“Ai nostri iscritti dico di non arrendersi: la crisi c’è e nessuno lo nasconde, ma noi piccoli imprenditori, con grande volontà e professionalità, ma anche con fantasia e immensa creatività dobbiamo venirne fuori, riappropriandoci del nostro futuro. Ricordiamocelo: non siamo secondi a nessuno e siamo una grande forza”.