Home » In Evidenza, Sindacati, Territorio

Notte dei Musei, città invasa nonostante il maltempo: boom di visite ai palazzi storici

Inserito il 20 maggio 2013 – 15:12

Oltre 6000 le visite a musei, mostre, palazzi registrate a Lucca la sera del 18 maggio per la Notte dei Musei, segnando il tutto esaurito nei musei e nelle visite guidate organizzate per la manifestazione che ha come obiettivo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul ruolo della cultura e dell’arte nello sviluppo della società. Un momento particolare in cui si sottolinea l’importanza dei siti museali come mezzo di accrescimento personale.

Con questi intenti Prefettura, Comune e Provincia di Lucca, Confcommercio hanno deciso di collaborare in sinergia facendo della Notte dei Musei un evento da non perdere che ha saputo richiamare migliaia di persone.

“L’Amministrazione Comunale – dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Lucca – vuole ringraziare la Prefettura di Lucca che, oltre ad aprire la Galleria della Statue, ha permesso la visita della meravigliosa Chiesa di S. Maria Corteorlandini. Inoltre ringraziamo la Confcommercio, le Associazioni tutte che si sono adoperate per questa iniziativa, le Istituzioni locali, la Banca del Monte e l’Associazione Industriali che hanno aperto le porte dei loro palazzi per una serata all’insegna della scoperta di luoghi che custodiscono tesori nascosti della nostra città. Il lavoro di coordinamento svolto dall’Ufficio Cultura nel raccogliere le adesioni ha poi permesso di offrire un panorama completo delle aperture e delle iniziative a quanti hanno voluto sfruttare questa iniziativa. Un’esperienza che dimostra quanto la nostra città ha, in sé, un notevole potenziale attrattivo, se opportunamente pubblicizzato.”

Alla soddisfazione del Comune si aggiunge quella di Confcommercio: oltre alla parte culturale, infatti, notevoli consensi ha riscosso anche quella gastronomica, con tutti i ristoranti aderenti all’evento che hanno registrato, sin dall’inizio della scorsa settimana, un numero di prenotazioni superiore alla media e, in alcuni casi, il tutto esaurito. “Credo – afferma il direttore Rodolfo Pasquini – che sia stato premiato il gran lavoro promozionale svolto dalla nostra associazione attraverso siti internet e social network. Nonostante il tempo non certo bellissimo la città era piena di gente e crediamo che questa esperienza sia da ripetere in futuro”.

450 persone hanno visitato la Casa Natale di Giacomo Puccini, 210 il Museo Archeologico della Chiesa di SS. Giovanni e Reparata, 391 il Museo di Nazionale di Villa Guinigi, 425 il Museo Nazionale di Palazzo Mansi, 283 il Museo Italiano del Fumetto e dell’Immagine (MUF), 350 il MUST. 450 persone hanno guardato Lucca dall’alto della Torre Guinigi e altre 300 sono salite sulla Torre delle Ore. Il Museo del Risorgimento ha visto la presenza di circa 300 persone nell’arco di tutta la giornata, di cui circa la metà solo nell’apertura serale.

Le visite guidate al museo Lu.c.c.a per la mostra di Antonio Ligabue hanno fatto registrare più di 100 persone a visita mentre circa 150 persone per la mostra di Win Delvoye organizzata dall’Associazione San Cristoforo e altrettante presenze per Bertil Vallien a Palazzo Guinigi. 160 i visitatori alla mostra organizzata dalla Fondazione Ragghianti, circa 100 le persone che hanno visitato il Teatro del Giglio e 212 coloro che si sono recati presso Palazzo e giardino Pfanner. La Domus Romana ha registrato, nella giornata, la presenza di 850 persone mentre 90 sono coloro che hanno visitato il Museo Paolo Cresci. Oltre 1000 gli ingressi al Museo della Tortura.

Grande successo registrato anche per le visite guidate che, per la grande affluenza, hanno dovuto in alcuni casi, raddoppiare le partenze. Sono stati in tutto 6, anziché 4 come previsto inizialmente, i gruppi che si sono snodati tra i percorsi previsti: Palazzo Orsetti e Chiesa di Santa Maria Corteorlandini (30 persone); il maxi percorso, che vedeva L’Agorà con Palazzo Bernardini, la Chiesa dei Servi e il Palazzo della Banca del Monte(51 persone), il Palazzo della Provincia e la Prefettura (45 persone), i sotterranei delle Mura e l’Orto Botanico (30 persone). Oltre 65 persone hanno assistito alle ore 17 allo spettacolo itinerante “Sogno di primavera” tenutosi all’Orto Botanico che, purtroppo ha visto solo un’unica partenza anziché tre come previsto, a causa della pioggia caduta nel tardo pomeriggio. 60 persone inoltre hanno preso parte a “Una serata con i Balestrieri” sul Baluardo San Pietro.