Home » News Generali, Sindacati

Mepa, obbligo di iscrizione per le aziende che intendono allacciare rapporti commerciali con le pubbliche amministrazioni

Inserito il 15 maggio 2013 – 08:28

Il “Mercato elettronico della pubblica amministrazione” (Mepa) è un mercato digitale in cui le amministrazioni possono acquistare i beni e servizi offerti dai fornitori abilitati a presentare i propri cataloghi sul sistema di acquisti telematici Consip (http://www.acquistinretepa.it).

Tale modalità di acquisto è adatta per approvvigionamenti di beni e servizi frazionati e specifici, di importi sotto soglia comunitaria.

Con appositi bandi Consip:

  • definisce le tipologie di beni e servizi e le condizioni generali di fornitura;
  • gestisce l’abilitazione dei fornitori e la pubblicazione e l’aggiornamento dei cataloghi.

La disciplina del Mepa è contenuta nell’art. 338 del Regolamento di attuazione del Codice Appalti di cui al D.p.r. 207/2010, che lo definisce come “un sistema che attua procedure di scelta del contraente interamente gestite per via elettronica e telematica … nel rispetto dei principi di trasparenza e semplificazione delle procedure, di parità di trattamento e non discriminazione”.

Il Mepa è un mercato telematico in cui tutte le imprese che vendono beni e servizi possono pubblicare i loro cataloghi e proporre i loro articoli alle pubbliche amministrazioni.

Le pubbliche amministrazioni hanno un obbligo di acquisto sul Mepa per tutti i beni e servizi d’importo inferiore alla soglia comunitaria (130 mila euro per le Amministrazioni centrali e 200 mila euro per le altre amministrazioni) e, in pochi minuti, possono emettere un ordine d’acquisto diretto oppure richiedere delle offerte specifiche attingendo al catalogo dei fornitori presenti.

Si tratta quindi di un sistema d’acquisto rivoluzionario rispetto alle tradizionali gare d’appalto pubbliche, che valorizza gli strumenti telematici ed elimina ogni barriera fisica e geografica.

Per tale ragione, le imprese che intendono iniziare o continuare a vendere beni e servizi alle pubbliche amministrazioni devono essere abilitate sulla piattaforma telematica e conoscere le regole operative di questo enorme mercato digitale.

Per maggiori informazioni sull’argomento è possibile contattare gli uffici Confcommercio (referente Nicola D’Olivo. 0583/473135 – dolivonicola@confcommercio.lu.it).