Home » In Evidenza, Territorio

Il Centro commerciale naturale di Forte dei Marmi rinnova il direttivo e guarda al futuro: “Difendiamo la nostra unicità”

Inserito il 10 maggio 2013 – 08:43

Il Centro commerciale naturale “Essere Forte” di Forte dei Marmi guarda al futuro e rinnova il proprio Consiglio direttivo. Giovedì 16 maggio alle 21,15, nella Sala del Mutuo Soccorso, è infatti in programma l’assemblea per l’elezione dei componenti del direttivo stesso. Tra gli argomenti all’ordine del giorno, inoltre, è prevista la discussione riguardante la definizione delle quote associative.

Occasione da non perdere, questa, per la presidente uscente del Ccn Daniela Broch, che coglie l’opportunità per esortare i negozianti del Forte, soprattutto quelli del cosiddetto commercio tradizionale, ad esser presenti e unire sempre più le forze, in considerazione dei tanti e fondamentali argomenti che il Ccn intende portare avanti di concerto con la locale amministrazione comunale.

“Intanto – afferma la signora Broch -, preme rimarcare con soddisfazione che del Ccn farà parte in pianta stabile, con un proprio rappresentante, anche il Comune. Detto questo, i temi da affrontare sono molti, a cominciare da quello della sicurezza. A partire dal 2011, il Ccn Essere Forte, proprio assieme al Comune, ad un progetto di sorveglianza privata che enorme successo ha riscosso fra turisti e residenti”.

“La riunione di giovedì – aggiunge la signora Broch – servirà quindi per discutere di come attuare questo progetto anche quest’anno, nella assoluta convinzione che la priorità per Forte dei Marmi, autentico paradiso ambientale, sia quello di trasmettere sicurezza, tranquillità e benessere ai propri turisti, in cerca di una qualità della vita che nella grandi città non trovano più”.

“Ma sicurezza e tranquillità – insiste la presidente uscente – non devono riguardare soltanto la fascia notturna: da tempo stiamo ricevendo lamentele da parte di chi, in spiaggia, viene disturbato di continuo dai venditori itineranti, che si spostano da un bagno all’altro. Argomento, questo, sul quale abbiamo cercato, e non trovato, una convergenza e una presa di posizione compatta con le altre associazioni di categoria riguardo alla proposta di istituire un sistema di tutela dei bagnanti in orario diurno, mentre si trovano in spiaggia”.

“Al di là di tutto questo – prosegue la signora Broch -, preme ricordare che il Ccn in questi due anni è stato molto attivo nel settore delle attività promozionali, come ad esempio la collaborazione in due edizioni della Polo Cup, nel conferimento della cittadinanza onoraria alla stilista Anna Molinari e nell’organizzazione della festa dell’ultimo dell’anno 2012, assieme ad altre associazioni. E ancora, ci siamo impegnati col Comune, partecipando a tutti gli incontri promossi dall’ente stesso, per la difesa del decoro urbano, avviando un percorso che ha già prodotto apprezzabili risultati e altri, auspichiamo, ne produrrà in futuro”.

“Ai commercianti di Forte dei Marmi – spiega ancora la presidente uscente del Ccn – dico questo: viviamo in un posto meraviglioso, ma non abbassiamo la guardia. Lavoriamo per la salvaguardia della nostra identità e unicità, e di una qualità riconosciuta in tutto il mondo come il nostro marchio di fabbrica. Purtroppo le grandi catene sono sempre meno interessate a realtà come l’associazionismo locale, ragion per cui mi rivolgo a tutti i negozianti del commercio tradizionale: uniamoci, perché è solo stando assieme che si possono raggiungere i traguardi prefissati”.

“Ai negozianti che sono stati con noi in questo periodo – conclude la signora Broch – diciamo grazie, auspicando che restino con noi. Nel corso della riunione di giovedì sera a tutti coloro che rinnoveranno la quota associativa verranno consegnate una tesserina ed una vetrofania ad hoc; idea, questa, che prende spunto da quel concetto di identità e appartenenza che contraddistinguono il nostro Ccn sin dalla sua creazione, che ha prodotto la nascita di un logo ben riconoscibile e che, idealmente, rappresenta la volontà di distinguersi che è propria di Forte dei Marmi”.