Home » In Evidenza, Sindacati

Regolamento suolo pubblico temporaneo del Comune di Lucca: ecco tutte le novità

Inserito il 8 marzo 2013 – 11:45

Al fine di chiarire meglio tutte le importanti novità introdotte, Confcommercio Lucca illustra i principali contenuti del nuovo regolamento del COMUNE DI LUCCA per la concessione del suolo pubblico temporaneo per le attività di somministrazione.

Innanzitutto, i soggetti che posson presentare la domanda: si tratta esclusivamente delle categorie dei pubblici esercizi e degli artigiani. Escluse dunque le altre tipologie commerciali.

Il suolo pubblico può essere richiesto per due distinti periodi dell’anno:

  • Estivo (dal 15 marzo al 15 novembre)
  • Invernale (dal 16 novembre al 14 marzo)

E’ possibile richiedere una proroga/conferma della richiesta effettuata, prolungandola sino a tre anni, senza così effettuarne una nuova ogni anno. In alternativa, naturalmente, rimane anche la possibilità di richiedere il suolo pubblico anno per anno.

Le marche da bollo e la documentazione necessaria per presentare domanda sono contenute e indicate nel modulo allegato sotto.

Una volta presentate le domande, il tempo per la risposta da parte del Comune sarà di 30 giorni al massimo, con slittamento a 60 per alcune zone particolari del centro storico.

Attenzione: è possibile richiedere il suolo pubblico anche per un periodo inferiore a quelli indicati. Esempio: si può presentare domanda per il periodo estivo, ma non necessariamente per tutto l’arco di tempo che va dal 15 marzo al 15 novembre. Una volta presentata la domanda, però, NON SARA’ POSSIBILE PER QUELL’ANNO CHIEDERE UNA DEROGA SULLO STESSO PERIODO.

Esempio: un pubblico esercizio presenta richiesta per la concessione del suolo pubblico dall’1 luglio al 31 agosto 2013. Per quell’anno, non potrà chiedere deroghe per i mesi di settembre, ottobre e metà novembre, fino cioè alla scadenza del periodo estivo.

STESSA MODALITA’ VALE PER LA SUPERFICIE RICHIESTA: anche qua nessuna possibilità di deroga all’interno del medesimo periodo dell’anno. Vale l’esempio fatto sopra.

Se un operatore avente diritto, una volta scaduti i termini di concessione, decide di rinunciare al suolo pubblico, deve provvedere a sgombrare l’area occupata. NON E’ POSSIBILE ACCATASTARE SEDIE E TAVOLINI ALL’ESTERNO DEL LOCALE.

Possibile, invece, presentare alla scadenza di un periodo una domanda per una superficie minore, da destinare all’esclusivo utilizzo di fioriere che non possono essere spostate. Ma vale il principio espresso sopra: la domanda per una superficie ridotta vale poi per l’intero periodo per cui viene richiesta, senza possibilità di deroghe.

Il pagamento del suolo pubblico avviene in 4 rate per periodo: presentando domanda sia per quello estivo che per quello invernale, duque, le rate annuali diventano 8.

Per ulteriori informazioni sull’argomento è possibile contattare gli uffici Confcommercio. Per il regolamento integrale, invece, è possibile scaricarlo dal sito ufficiale del Comune di Lucca www.comune.lucca.it.

I MODULI PER PRESENTARE DOMANDA, SIA PER IL PERIODO ESTIVO CHE PER QUELLO INVERNALE

[gview file="http://www.confcommercio.lu.it/ascom/wp-content/uploads/2013/03/Domanda-per-suolo-pubblico1.pdf"]

[gview file="http://www.confcommercio.lu.it/ascom/wp-content/uploads/2013/03/Documento-2.pdf"]