Home » News Generali, Sindacati

Prezzi dei carburanti in esposizione, le istruzioni per i gestori

Inserito il 26 marzo 2013 – 09:17

Figisc Confcommercio, la federazione italiana dei gestori di impianti di carburante, informa che al fine di realizzare una corretta trasmissione e ricezione della comunicazione dei prezzi dei carburanti, di cui all’articolo 51 della Legge 99/2009 e relativi decreti attuativi, i soggetti interessati dall’obbligo di pubblicizzazione sono tenuti ad osservare le seguenti procedure:

SOGGETTI DESTINATATI DELL’OBBLIGO DI COMUNICAZIONE E RESPONSABILITA’ RELATIVA ALLA FISSAZIONE DEI PREZZI

La norma individua nel gestore dell’impianto  il destinatario dell’obbligo a comunicare i prezzi di vendita praticati al pubblico, relativamente ai carburanti per autotrazione. Il gestore, ai sensi della normativa di riferimento, resta unico responsabile della fissazione finale dei prezzi dei carburanti erogati nel proprio distributore e destinatario dell’obbligo di trasmissione degli stessi, a prescindere dalle modalità di invio delle informazioni sui prezzi (ovvero mediante accesso diretto al sito del Ministero, delega a terzi o trasmissione mediante piattaforma di terzi).

DECORRENZA DELL’OBBLIGO DI COMUNICAZIONE

Da febbraio 2011 l’obbligo di comunicazione aveva interessato i soli impianti autostradali, con il nuovo D. M. 17 gennaio 2013, considerato che lo stesso è stato pubblicato sul sito internet del Ministero il 20 marzo 2013, le decorrenze degli obblighi sono cos stabilite:

  • Dal 19 aprile 2013 per gli impianti situati lungo strade statali che vendono Gpl o metano;
  • Dal 18 giugno 2013  per gli impianti lungo le strade statali che vendono benzina o gasolio in modalità self service anche durante l’orario di apertura dell’impianto;
  • Dal 18 lugio 2013 per tutti gli impianti lungo le strade statali;
  • Dal 16 settembre 2013 per tutti gli altri impianti

Rimane ferma la possibilità di avviare la comunicazione dei prezzi per qualsiasi tipo di impianto su base volontaria in qualsiasi momento, a prescindere dalla decorrenza dell’obbligo. Con l’avvio della comunicazione su base volontaria, si assumono tutti gli impegni (veridicità e periodicità) della comunicazione obbligatoria anche per il periodo per cui ciò non sarebbe stato obbligatorio.

OGGETTO DELLA COMUNICAZIONE

E’ fatto obbligo di comunicare i seguenti dati:

  • I prezzi praticati per tutte le tipologie di carburanti erogati;
  • Esclusivo riferimento ad una sola forma di vendita per ciascuna tipologia di carburante commercializzato, e se tale forma di vendita è presente nell’impianto di carburante durante l’intero orario di apertura e per la relativa tipologia di carburante, è riferito alla sola vendita mediante sistemi self service e senza avvalersi  dell’operatore

Su base volontaria possono essere comunicati anche i prezzi relativi ad altra forma di vendita, le eventuali comunicazioni volontarie, una volta presentate e fino a rinuncia espressa a tale facoltà, rispondono ai medesimi obblighi di veridicità e aggiornamento periodico di quelle obbligatorie.

I prezzi devono essere comunicati con tutte le cifre decimali effettivamente applicate. Gli stessi prezzi sono resi disponibili agli utenti che consultano il sistema a fini di informazione con arrotondamento al centesimo di euro superiore.

CADENZA DELLA COMUNICAZIONE

L’obbligo è individuato esclusivamente con riferimento:

  • Alla comunicazione iniziale;
  • A comunicazioni successive con cadenza almeno settimanale, da effettuare in ogni caso di variazioni di prezzo, anche in assenza di variazioni di prezzo in aumento, entro l’ottavo giorno dall’ultima comunicazione inviata;
  • Alla comunicazione, almeno contestuale all’applicazione, di tutte le variazioni in aumento praticate rispetto all’ultimo prezzo comunicato, anche se anteriori alla decorrenza del periodo settimanale ordinario di comunicazione.

Su base volontaria il sistema consente anche di inserire una programmazione di prezzi relativa a differenze di orario o settimana. La programmazione è resa possibile solo al momento di validità e ciò può essere utile per rendere i prezzi ai consumatori sempre aggiornati, limitando l’incombenza di comunicazione.

Per ulteriori informazioni su modalità di trasmissione dei prezzi, utilizzo delle piattaforme informatiche in convenzione e altro ancora, è possibile contattare gli uffici di Confcommercio Lucca (referente Vittorio Bini, 0583/473134 – binivittorio@confcommercio.lu.it).

[gview file="http://www.confcommercio.lu.it/ascom/wp-content/uploads/2013/03/Ministero-Brochure-comunicazione-prezzi1.pdf"]