Home » In Evidenza, Sindacati, Territorio

Confcommercio e Ascom Viareggio separano la loro strada: uno spunto per parlare del Piazzone

Inserito il 30 gennaio 2013 – 12:03

Confcommercio Imprese per l’Italia – provincia di Lucca è impegnata da tempo, una volta portato in approvazione il suo nuovo statuto, in un importante percorso di riorganizzazione interna che porterà, nel prossimo mese di marzo, all’apertura della sua nuova sede unica della Versilia, posizionata in via Repaci a Viareggio. In attesa di questo momento – chiave per il futuro dell’associazione, è già divenuto realtà il distacco fra Confcommercio stessa e l’Ascom di Viareggio che, sulla base dell’articolo 10 dello statuto stesso, non ha più alcun legame con Confcommercio, né può più fregiarsi dei suoi simboli.

Premessa doverosa, questa, per passare poi all’analisi di quanto emerso oggi su alcuni organi di stampa riguardo alla protesta degli operatori del Piazzone di Viareggio. Chiarito dunque come sia divenuto errato parlare di “Ascom Confcommercio”, essendo divenuti due organismi distinti e separati, Confcommercio intende entrare nel merito dell’argomento sottolineando come la sua assenza all’iniziativa di ieri mattina sia dovuta esclusivamente a quel processo di riorganizzazione interna accennato prima, che porterà a breve alla scelta di nuovi referenti per il territorio di Viareggio. “Sin da ora – commenta il direttore Rodolfo Pasquini -, comunque, stiamo seguendo con la massima attenzione la vicenda e, nell’esprimere la nostra piena solidarietà e vicinanza a tutti gli operatori coinvolti, intendiamo far sapere loro che la nostra struttura provinciale, in attesa della nomina dei nuovi referenti di zona, è a disposizione per raccogliere istanze e farsene interpreti con il commissario prefettizio, adesso, e la nuova amministrazione che verrà, in futuro”. “Il degrado dell’area, degli immobili e in particolare dei servizi igienici – prosegue Pasquini – sono temi a noi ben noti e per i quali siamo pronti a far sentire la voce degli addetti ai lavori. Ma non solo: sul tavolo ci sono anche la sicurezza dell’area, a fronte di una crescente microcriminalità, soprattutto nelle fasce serali; maggior controllo quotidiano e non punitivo dell’area mercatale; la revisione del piano della sosta con nuovi parcheggi nell’area e una rimodulazione delle tariffe della sosta, e il sostegno alle iniziative dei commercianti. Confcommercio è pronta a fare la sua parte”.

Per richieste di aiuto e informazioni, o segnalazione di istanze, i commercianti di Viareggio possono rivolgersi all’ufficio Confcommercio di Lido di Camaiore (0584/618654).