Home » In Evidenza, Sindacati

Tassa di soggiorno a Lucca, la contrarietà di Bonino

Inserito il 22 novembre 2012 – 11:56

Pietro Bonino, presidente provinciale del sindacato albergatori di Confcommercio, interviene con alcune considerazioni riguardo alla decisione del Comune di Lucca di introdurre la tassa di soggiorno.

“La prima cosa da dire – afferma Bonino -, come del resto la nostra associazione ha già avuto modo di affermare in occasione di annunci simili da parte di altre amministrazioni del territorio, è che siamo contrari ad un nuovo, ulteriore balzello che va a penalizzare una categoria oltremodo sottoposta a una forte pressione fiscale, e che produrrà ricadute sull’intero indotto. Detto questo, occorre rimarcare come tale decisione sia stata presa senza prima consultare le associazioni di categoria, ovvero sia quegli addetti ai lavori che del comparto turistico sono gli attori principali che in prima persona partecipano a fiere all’estero per pubblicizzare, oltre alla propria attività, anche il territorio”.

“L’assessore Favati – prosegue Bonino – spiega che i proventi della tassa di soggiorno saranno reinvestiti nel settore, ma non chiarisce in che modo. Auspichiamo che almeno in questo caso, prima di arrivare a conclusioni definitive, si passi da una doverosa concertazione con gli operatori, così da trovare una strategia di investimenti concordata”.