Home » In Evidenza, Sindacati

Tia, Confcommercio chiede al Comune di Capannori una riduzione della parte variabile

Inserito il 8 ottobre 2012 – 10:00

Incontro nei giorni scorsi fra Confcommercio, rappresentata dal vicedirettore Roberto Perna, e il Comune di Capannori, nella persona dell’assessore al bilancio Lara Pizza. Tema della discussione la Tia, ovverosia la tassa sui rifiuti.

Nella circostanza, Confcommercio ha fatto presente come ad oggi, nonostante la conclamata contrazione dei consumi causata dalla crisi economica generale, e una conseguente riduzione dei rifiuti prodotti, la tariffa non abbia registrato riduzioni. Ecco perché l’Associazione ha chiesto un adeguamento della Tia in particolare per i pubblici esercizi, categoria già di per sé fortemente penalizzata dall’attuale situazione, riguardo a quella che è la parte variabile del tributo.

Confcommercio ha inoltre domandato la possibilità di “spalmare” su sei rate bimensili il pagamento della Tia, anziché sulle tre scadenze attuali che spesso comportano esborsi individuali importanti per le tasche degli imprenditori. A chiudere, il vicedirettore Perna ha offerto all’assessore Pizza la disponibilità dell’Associazione a organizzare degli incontri, in vista dell’entrata in vigore della “Tia puntuale”, tariffa a cui il Comune di Capannori aderirà a partire dall’1 gennaio 2013.

La nuova tassa, personalizzata in base all’effettivo volume di rifiuti prodotti dall’utenza, necessita di un nuovo regolamento per il quale Confcommercio è pronta a fare la sua parte nella stesura e nella determinazione delle tariffe.