Home » In Evidenza, Sindacati

Ancora sulla Legge Levi, l’Ali critica l’Antitrust

Inserito il 8 ottobre 2012 – 08:34

L’Antitrust si è espressa sulla necessità di eliminare il tetto di sconto al pubblico sui libri stabilito dalla vigente Legge Levi 128/2011, poichè, secondo l’Autorità, “…. limita la concorrenza tra gli editori e non assicura alcun beneficio ai consumatori finali“.

Sulla questione interviene Alberto Galla, presidente nazionale dell’Ali, l’Associazione librai italiani che fa parte del Sistema Confcommercio. “La sconcertante affermazione dell’Antitrust – afferma Galla -, risulta contraria ad una dichiarazione del suo ex presidente Antonio Catricalà, che a suo tempo valutò positivamente l’entrata in vigore della Legge Levi quale strumento utile a garantire il pluralismo e la scelta editoriale, e rischia di scatenare reazioni contrastanti fra i vari attori della filiera editoriale – libraria, non sempre su posizioni totalmente convergenti, che hanno tuttavia trovato nella Legge Levi la migliore soluzione alla totale deregulation che ha caratterizzato il mercato prima della sua entrata in vigore”.

“L’Ali intende battersi con ogni strumento e in ogni sede non solo per difendere la normativa, ma anche per cercare soluzioni migliorative al suo interno in favore delle librerie indipendenti. Il sostegno di tutti i colleghi sul territorio sarà quanto mai fondamentale per dare forza alla nostra azione”.