Home » In Evidenza, Sindacati

Petizione nazionale al Governo affinchè diminuisca le imposte sui carburanti

Inserito il 19 giugno 2012 – 10:39

Ha preso il via nei giorni scorsi l’iniziativa a livello nazionale promossa da Anisa (Associazione italiana imprese servizi autostradali) e Figisc (Federazione italiana gestori impianti stradali carburanti) Confcommercio, che riguarda ovviamente anche gli impianti della provincia di Lucca, che prevede una raccolta di firme – petizione indirizza al Governo, per chiedere la diminuzione delle imposte sui carburanti.

“In poco più di un anno – scrivono in una nota congiunta Anisa, Figisc e Confcommercio -, i prezzi dei carburanti sono aumentati di 25-26 centesimi al litro. Un incremento, questo, che non ha eguali in tutta l’Europa comunitaria, dovuto all’uso pesantissimo che i due governi alternatisi in questo periodo hanno fatto della leva fiscale su questo bene indispensabile alla mobilità dei cittadini e delle imprese, alimentando così il peso dell’inflazione, facendo crollare i consumi più del 10 per cento, erodendo il reddito delle famiglie. Il tutto, nel pieno di una durissima fase recessiva dell’economia”.

La petizione promossa dai sindacati e da Confcommercio chiede:

  • La riduzione delle imposte sui prodotti energetici, con il ripristino dei livelli di imposizione fiscali antecedenti le manovre finanziarie sui conti pubblici del dicembre 2011;
  • Il ripristino dei prezzi amministrati per i carburanti, per far assumere al Governo il ruolo di garante, sia della trasparenza e della sostenibilità dei prezzi per il consumatore, sia delle condizioni di remunerazione del lavoro delle piccole imprese del settore, duramente penalizzate,  assieme a famiglie e imprese, da questa situazione.

Per ulteriori informazioni al riguardo e ottenere i moduli da far firmare alla propria clientela, è possibile contattare gli uffici di Confcommercio Lucca (0583/473140, referente Vittorio Bini, e – mail binivittorio@confcommercio.lu.it).