Home » In Evidenza, Territorio

Allarme sicurezza a Forte dei Marmi dopo il colpo a Glamour in Rose

Inserito il 18 maggio 2012 – 10:51

Cresce sempre di più la paura a Forte dei Marmi, dopo il clamoroso furto messo a segno nella notte ai danni della prestigiosa boutique “Glamour in Rose”, nel pieno centro della cittadina, dove i soliti ignoti hanno completamente svaligiato due intere vetrine, lasciando, bontà loro, soltanto un crocefisso.

La notizia, purtroppo, non fa che confermare in pieno le preoccupazione di abitanti e categorie economiche, con quest’ultime che proprio pochi giorni fa si erano riunite tutte assieme, di concerto col Comune, per discutere di iniziative da adottare e/o confermare in vista dell’estate sotto il profilo della sicurezza.

Alla riunione erano presenti rappresentanti del Centro commerciale naturale Essere Forte, di Confcommercio, del Cna, dell’associazione commercianti, degli albergatori, dei balneari e degli agenti immobiliari, oltre al comandante del corpo di polizia municipale in rappresentanza dell’amministrazione.

Dopo il successo del servizio di sorveglianza privata realizzato lo scorso anno, voluto e lanciato dal Ccn, si è parlato della volontà di estenderlo quest’anno non solo alle vie centrali dello struscio, ma anche agli stabilimenti balneari, agli alberghi e persino alle residenze private. A tale proposito, le categorie si sono dette pronte ad accollarsi i costi dell’operazione, chiedendo a loro volta aiuto ai rispettivi iscritti. Questa la sintesi dell’incontro di martedì. Come detto, appena 48 ore più tardi è arrivata l’ennesima conferma di quanto reale sia il problema – sicurezza.

“Se ancora ce ne fosse stato bisogno – commentano la presidente del Ccn Essere Forte Daniela Broch e il delegato Confcommercio per la Versilia Luca Lanza -, abbiamo avuto l’ennesima riprova di quanto i nostri timori siano reali e fondati. Ancora non si è entrati nella fase di alta stagione e già le avvisaglie sono sotto gli occhi di tutti. Come sempre siamo pronti a fare la nostra parte, ma è chiaro che serve un aiuto anche da parte delle istituzioni: il turismo è un bene imprescindibile per Forte dei Marmi e dobbiamo fare di tutto per proteggerlo, assieme alle persone che in paese abitano o lavorano”.