Home » In Evidenza, Territorio

Nuovo prestigioso riconoscimento per Cordoni, nominato Vicepresidente regionale di Confcommercio

Inserito il 2 aprile 2012 – 13:19

Nuovo, prestigioso riconoscimento per Ademaro Cordoni che, a meno di una settimana dalla sua avvenuta rielezione (plebiscitaria, lo ricordiamo, con 37 voti su 37 Grandi elettori presenti) alla carica di presidente provinciale di Confcommercio, proprio questa mattina è stato nominato anche vicepresidente regionale dell’associazione.

Un risultato senza dubbio molto rilevante, a livello personale, ma anche per l’intera struttura di Confcommercio Lucca, che vede così confermato, una volta di più, il suo ruolo centrale nelle strategie a livello toscano dell’associazione stessa.

Grande soddisfazione, ovviamente, per il diretto interessato, ma anche per il direttore Rodolfo Pasquini, il quale intende esprimere le sue vive congratulazioni a Cordoni per l’incarico di alto livello ricevuto.

IL COMUNICATO STAMPA DI CONFCOMMERCIO TOSCANA

“Oggi il Consiglio di Confcommercio Toscana ha eletto la sua Giunta”.

“Il Consiglio guidato dal Presidente Stefano Bottai ha voluto dare particolare attenzione alla rappresentanza femminile nominando Anna Maria Lapini, presidente provinciale di Arezzo e presidente regionale Terziario Donna, vice presidente vicario. Grande rilevanza è stata assegnata anche al turismo con la nomina a vice presidente di Paolo Corchia, presidente della Consulta Regionale del Turismo.

L’altro Vicepresidente è Ademaro Cordoni in rappresentanza della Provincia di Lucca. Stefano Morandi, della Provincia di Pistoia, è stato eletto Amministratore.

La volontà del Consiglio è quella di rilanciare una nuova stagione di confronto con le Istituzioni e in particolare con la Regione sulle tematiche più calde del mondo imprenditoriale, dal credito alla governance turistica, dall’imprenditoria femminile alla formazione, dalle liberalizzazioni al ruolo della piccola impresa nell’economia toscana.

E’ stato nominato anche il collegio dei probiviri e il collegio dei revisori dei conti”.