Home » Sindacati

Intesa nazionale sui contratti d’apprendistato nel settore turismo

Inserito il 18 aprile 2012 – 13:18

E’ stato siglato martedì 17 aprile l’accordo nazionale di riordino complessivo sulla disciplina dell’apprendistato nel settore turismo tra Fipe, Federalberghi, Fiavet, Faita e Federeti e le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil.

L’accordo è uno tra i primi in Italia a dare attuazione al nuovo testo unico sull’apprendistato, anche in coerenza con le linee della nuova riforma del mercato del lavoro approvata dal Governo, giungendo a pochi giorni dalla scadenza del periodo transitorio del 25 aprile, e costituisce una risposta puntuale per consentire alle imprese di utilizzare uno degli strumenti più importanti per l’ingresso nel mondo del lavoro.

L’intesa conferma l’impianto generale contenuto nel Ccnl sull’apprendistato professionalizzante con la formazione per l’acquisizione delle competenze tecnico – professionali e specialistiche che si svolgerà esclusivamente in azienda, ribadisce l’importanza del ruolo della bilateralità ed individua le figure professionali del settore sovrapponibili a quelle dell’artigianato per le quali è stata prevista una durata maggiore, quali ad esempio cuoco, pasticcere, gelatiere, barman, gastronomo, pizzaiolo.

“Siamo soddisfatti – dice il presidente della Federazione italiana pubblici esercizi Lino Stoppani – per aver raggiunto questo risultato, in un momento ancora difficile per il Paese, a testimonianza delle capacità delle parti sociali di aver voluto perseguire l’obiettivo di favorire lo sviluppo delle imprese, l’economia e l’occupazione. Il nostro settore assume circa 60 mila apprendisti all’anno, per la quasi totalità confermati in azienda alla fine del periodo di apprendistato. Ci auguriamo che con le nuove norme l’obiettivo possa essere quello di incrementare notevolmente questa cifra”.