Home » Servizi alle Imprese

Cassa integrazione in deroga, chi e come ne ha diritto

Inserito il 13 marzo 2012 – 14:41

Vista la grave crisi economica generale che sta investendo le imprese, e il ricorso sempre maggiore che le stesse devono fare alla cassa integrazione in deroga, Confcommercio ricorda brevemente i principali aspetti riguardanti questo tipo di ammortizzatore sociale.

La CIG in deroga è un intervento di integrazione salariale a sostegno di imprese o lavoratori non destinatari della normativa sulla cassa integrazione guadagni.

A CHI SPETTA

A tutti i lavoratori subordinati con anzianità lavorativa aziendale di almeno 90 giorni, compresi apprendisti, lavoratori con contratto di somministrazione e lavoranti a domicilio, dipendenti da aziende:

  • di qualsiasi settore operanti in Toscana, per cui non è prevista la corresponsione di ammortizzatori sociali dalla normativa ordinaria (cassa integrazione guadagni ordinaria, straordinaria e disoccupazione  speciale);
  • di qualsiasi settore operanti in Toscana, per le quali sono previsti ammortizzatori sociali dalla normativa a regime (cassa integrazione guadagni ordinaria, straordinaria e disoccupazione speciale) e che non possono usufruire di tali ammortizzatori, o che non possono più accedervi.

QUANTO SPETTA

Un’indennità pari all’80 per cento della retribuzione, comprensiva di eventuali ratei di mensilità aggiuntive, che il dipendente avrebbe percepito per le ore di lavoro non prestate fra lo zero e il limite dell’orario contrattuale, e comunque non oltre le 40 ore settimanali. L’importo della prestazione non può superare un limite massimo mensile stabilito di anno in anno. Sulla prestazione compete l’assegno al nucleo familiare.

DURATA

La durata è stabilita negli accordi territoriali o nei provvedimenti di concessione. L’attuale impegno per la copertura finanziaria si esaurisce il 31 dicembre 2012. Pertanto per l’anno in corso le aziende possono accedere alla cassa integrazione in deroga sino al 31 dicembre prossimo.

Per ulteriori informazioni, è possibile rivolgersi agli uffici Confcommercio (0583/47311, referente il Vicedirettore Dott. Roberto Perna).