Home » Servizi alle Imprese

Igiene alimentare, due seminari informativi anche a Lucca e Castelnuovo

Inserito il 22 febbraio 2012 – 10:10
Parliamo di: , , ,

Secondo appuntamento, martedì 28 febbraio alle 15, nella sede Confcommercio di Palazzo Sani in via Fillungo, con i seminari organizzati dall’associazione stessa per illustrare e discutere, assieme alle aziende coinvolte, le normative in materia di igiene per i prodotti alimentari. Così come avvenuto nei giorni scorsi a Lido di Camaiore, si parlerà dei Moca (materiali ed oggetti da contatto con alimenti).

Si ricorda a tale proposito che per il packaging (carta da forno, sacchetti, contenitori e piatti di plastica, taglieri, coltelleria, bicchieri) serve una dichiarazione scritta da parte delle aziende fornitrici che attesti la conformità dei materiali e degli oggetti ai sensi delle normative comunitarie vigenti.

I prodotti importati da Paesi extracomunitari, invece, dovranno essere corredati da garanzie e certificazioni rilasciate dall’importatore stesso. La Usl n. 2 di Lucca sarà presente all’incontro con i suoi esperti che, in qualità di relatori, illustreranno ai presenti le norme da rispettare per non incorrere in multe. Al seminario parteciperanno anche i tecnici di Isaq Consulting, società di consulenza che fa parte del sistema Confcommercio.

A completamento di un percorso di carattere provinciale, dopo i seminari di Lido di Camaiore e quello di martedì prossimo a Lucca, un terzo e ultimo appuntamento sulla questione Moca è previsto mercoledì 7 marzo, sempre alle 15, nella sede Confcommercio di Castelnuovo Garfagnana, in via Farini.

Anche qua, nelle vesti di relatori, saranno presenti gli esperti dell’Usl. In ogni caso, sin da ora l’associazione invita le aziende coinvolte (panifici, pasticcerie, gelaterie, macellerie, pizzerie a taglio e non, bar e ristoranti e tutte le attività a carattere alimentare) a partecipare a questi due incontri, data l’importanza degli argomenti trattati, nonché a rivolgersi ai suoi uffici per prenotare check up gratuiti a domicilio, in modo così da scongiurare il rischio di non risultare in regola.