Home » News Generali

Mud e Sistri, scatta la proroga dei termini

Inserito il 23 gennaio 2012 – 10:54
Parliamo di: , ,

Sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale specifiche disposizioni inerenti il differimento dei termini in materia di Mud e avvio del sistema di tracciabilità dei rifiuti. Vediamole nel dettaglio.

MUD E NUOVA MODULISTICA

Nella Gazzetta Ufficiale n. 298 del 23 dicembre 2011, è stato pubblicato il decreto del Ministero dell’ambiente 12 novembre 2011, entrato in vigore il giorno stesso, di proroga dei termini per la presentazione della dichiarazione “Mud”, già in scadenza il 31 dicembre 2011.

Il provvedimento differisce quindi dalla data del 31 dicembre 2011 (prevista dal Dm 17 dicembre 2009 – articolo 12 comma 1) a quella del 30 aprile 2012 il termine ultimo entro il quale i soggetti obbligati dovranno denunciare alle competenti istituzioni i dati relativi alle attività di produzione, gestione e smaltimento di rifiuti compiute nel corso del 2011.

Il decreto, inoltre, prevede che i rifiuti prodotti, smaltiti e recuperati nel periodo 2012 non coperto dal Sistri, dovranno essere dichiarati entro sei mesi dalla data di entrata in operatività del sistema.

Il 30 dicembre 2011, poi, sempre sulla Gazzetta Ufficiale n. 303 (supplemento ordinario n. 283), è stato pubblicato il Decreto Presidenza Consiglio dei Ministri 23 dicembre 2011, contenente la nuova modulistica da utilizzare per la denuncia Mud già prevista dalla legge 70/94 e che va a sostituire, insieme alle istruzioni recate dallo stesso Dpcm, la analoga documentazione contenuta nel precedente Dpcm del 27 aprile 2010.

SISTRI

Nella Gazzetta Ufficiale n. 302 sdel 29 dicembre 2011 è stato pubblicato invece il Decreto legge n. 216 (entrato in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione e che sarà convertito in legge entro 60 giorni) di “Proroga dei termini previsti da disposizioni legislative” cosiddetta Milleproroghe.

Tra le varie norme viene previsto lo slittamento (articolo 13 comma 3) al 2 aprile 2012 del termine di entrata in operatività del nuovo sistema di controllo della gestione dei rifiuti che era stato precedentemente fissato dal Governo al 9 febbraio 2012 (legge 148/2011). Rimane comunque ferma l’eccezione prevista a favore dei piccoli produttori di rifiuti pericolosi, in relazione ai quali il nuovo sistema di controllo non potrà scattare prima dell’1 giugno 2012.

ULTERIORI DIFFERIMENTI

Sempre all’articolo 13 sono state previste altre proroghe di disposizioni a carattere ambientale tra cui:

  • slittamento dall’1 gennaio 2012 all’1 gennaio 2013 del divieto di ammissibilità in discarica dei rifiiuti con pci (potere calorifico inferiore) superiore a 13 mila kj per chilogrammo;
  • spostamento al 31 dicembre 2012 del termine di entrata in vigore del divieto di vendita a Paesi extra Ue di pitture, vernici e prodotti per carrozzeria con limiti di cov (composti organici volatili) superiori a quelli previsti nell’allegato II del decreto legislativo 161/2006:
  • rinvio dal 31 dicembre 2011 al 31 dicembre 2012 del termine previsto in materia di soppressione delle Autorità degli Ambiti territoriali ottimali (Ato).

Per ulteriori informazioni al riguardo è possibile rivolgersi agli uffici della nostra Associazione, chiamando al numero di telefono 0583/473133 (referente Marco Cipollini).