Home » News Generali, Servizi alle Imprese

Scattate le nuove limitazioni per l’uso del contante

Inserito il 12 dicembre 2011 – 15:50

E’ il Decreto Legge numero 201 del 6 dicembre 2011 (pubblicato sul supplemento ordinario numero 251 alla Gazzetta Ufficiale numero 284 del 6 dicembre) a stabilire che dalla medesima data di pubblicazione in Gazzetta l’importo delle transazioni effettuate a mezzo di contanti, assegni bancari e postali al portatore, di assegni circolari al portatore e di vaglia cambiari e postali al portatore, non potrà superare i 999, 99 euro, anzichè i 2499, 99 euro, soglia limite per legge sino allo scorso 6 dicembre.

E’ d’obbligo precisare che il testo varato dal Governo Monti dovrà ora essere convertito in legge entro il termine massimo di sessanta giorni e che nel previsto esame parlamentare a cui dovrà essere sottoposto potrebbe subire variazioni. Ciò nonostante, al momento di andare in stampa sono da considerare operative le citate limitazioni fissate dal D. L. del 6 dicembre.

Nello specifico, dal punto di vista operativo, per importi pari o superiori a 999,99 euro:

  • è vietato il trasferimento, anche frazionato, di denaro contante, libretti di deposito bancari e postali o titoli di portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, a meno che il trasferimento non avvenga per il tramite di banche, istituti di moneta elettronica e Poste Italiane Spa;
  • l’importo di 999,99 euro è riferito alla somma complessiva dell’operazione. Pertanto è vietato anche suddividere “artificiosamente” un unico importo di 999, 99 euro o superiore ad esso in più pagamenti in contanti di importo singolarmente inferiore al limite previsto (c. d. operazioni frazionate), fatta salva la normale prassi della rateizzazione commerciale;
  •  il versamento in contante o il prelievo in contanti da una banca non determina l’applicazione della sanzione per la violazione del divieto di trasferimento in contanti di somme di valore pari o superiori a 999,99. Per la lettura integrale del DL è possibile rivolgersi alla nostra Associazione.