Home » In Evidenza, Territorio

Castelnuovo, partito il conto alla rovescia per le festività di fine anno

Inserito il 11 novembre 2011 – 14:12

Manca più di un mese a Natale, ma l’Associazione Compriamo a Castelnuovo, Centro Commerciale Naturale di Confcommercio, ha già iniziato a studiare le iniziative. Con il presidente Gianni Dini in prima fila, l’associazione sta decidendo il calendario di eventi che animeranno tutto il periodo natalizio. Certe le collaborazioni con le varie associazioni di volontariato del territorio e con la scuola Jam di Pieve Fosciana, il coro Voci del Serchio e il coro Alpi Apuane.

Le prime certezze

“Stiamo cercando di creare anche quest’anno qualcosa di particolare – afferma il presidente Dini – avremo probabilmente una novità assoluta che per il momento non posso svelare. Aspettiamo di conoscere quale saranno le iniziative che l’amministrazione comunale vorrà proporre per coordinare al meglio tutti gli eventi”. Il calendario natalizio si aprirà già l’ultima domenica di novembre con un’apertura straordinaria di tutte le attività commerciali del capoluogo che rimarranno poi aperte ininterrottamente fino a Natale.

Le aperture serali dei negozi

“Sono confermate anche le tre aperture serali nelle immediate vicinanze della Vigilia – prosegue Dini – il 21,22 e il 23 dicembre serrande alzate, dunque, dalle 21 alle 24. Possiamo contare su alcuni punti fermi del periodo natalizio come la Stracastelnuovo, ormai giunta all’ottava edizione e ben organizzata dal Gp Alpi Apuane, e nel primo week-end di dicembre c’è grande attesa per “Castelnuovo, città della castagna” con l’arrivo, alla domenica, del treno dei sapori”.

Filo diretto con il Comune

I progetti dell’associazione sono ormai definiti e si attende solo di conoscere le mosse dell’amministrazione comunale: “Abbiamo un filo diretto con l’assessore Luca Biagioni – chiude il presidente di “Compriamo a Castelnuovo” – mi auguro di poter ricevere a breve buone notizie. I commercianti ripongono molte aspettative nel mese di dicembre perché purtroppo la crisi sta attanagliando la nostra zona e stiamo vivendo un periodo difficile”.